Somministrazione inalatoria dei preparati galenici a base di cannabis

3 gennaio 2017

La vaporizzazione è una tecnica di assunzione che comporta il riscaldamento della cannabis ad alta temperatura (ca. 210°C)  in modo che i principi attivi rilasciati sotto forma di vapore vengano inalati direttamente da paziente, evitando la combustione delle componenti vegetali della pianta. Il vantaggio della vaporizzazione è la rapida comparsa dell'effetto terapeutico (2-3 minuti), in quanto i cannabinoidi, assorbiti rapidamente dai polmoni, raggiungono direttamente il flusso sanguigno e vengono distribuiti in tutto il corpo. L'inalazione è dunque consigliata in quei pazienti che richiedono un effetto rapido ed intenso (es. dolore, spasmi, epilessia, vomito, nausea).

Per la somministrazione si raccomanda l'impiego di vaporizzatori certificati ed autorizzati come dispositivi medici a marchio CE. Sono sconsigliati i vaporizzatori destinati all'uso ludico in quanto non consentono di regolare la temperatura di funzionamento e di conoscere il quantitativo di principio attivo realmente vaporizzato.

Il modello consigliato dal Ministero della Salute Olandese è il Volcano Digital Medic, disponibile in 2 versioni: Classico, da tavolo e a corrente elettrica, e Mighty, portatile e con batteria a litio.

Presso il centro Medicannabis è possibile acquistare i seguenti dispositivi medici a prezzi vantaggiosi, o noleggiarli  con tariffa giornaliera, settimanale o mensile.