Sclerosi Multipla (SM) e Cannabis

6 novembre 2017

La Sclerosi Multipla (SM) è una malattia autoimmune che colpisce il sistema nervoso centrale, logorando in modo progressivo il cervello ed il midollo spinale. Questa degenerazione del sistema nervoso comporta conseguenze come la perdita delle abilità motorie e della vista, l'indebolimento del sistema muscolare, disfunzioni al sistema urinario, dolore cronico, disturbi del sonno, spasticità ecc. 

Considerando le proprietà citoprotettive dei cannabinoidi, recenti studi hanno sottolineato l’importanza del loro impiego nel trattamento sintomatico delle malattie neurodegenerative: il CBD e il THC possono svolgere un ruolo fondamentale come trattamento coadiuvante per allievare gli spasmi muscolari e il dolore nei pazienti che sviluppano tali patologie. Analogamente, si è visto come i cannabinoidi possono contribuirie a ridurre i disturbi del sonno, a combattere i problemi di incontinenza ed altri sintomi associati che potrebbero presentarsi nel corso della decenza. ​Uno studio condotto dall’Università di Catania, analizzando i dati relativi a 1534 pazienti provenienti da diversi centri specializzati nel trattamento della Sclerosi Multipla, ha evidenziato che dopo il primo mese di trattamento con cannabis medica, somministrata sotto forma di spray, il 61,9% dei sintomi (tra cui crampi, spasmi notturni ecc.) nei pazienti era diminuito. Altri studi, tra cui uno condotto dalla Università di California negli Stati Uniti, hanno dimostrato che anche la somministrazione inalatoria di cannabis mediante vaporizzatore può essere un trattamento efficace per la SM. Un altro importante aspetto di questa malattia, che si manifesta dopo la diagnosi e i primi mesi di terapia, riguarda il declino cognitivo e l'alterazione dello stato di coscienza in conseguenza ai forti antidepressivi ed antispastici impiegati nel trattamento coi farmaci tradizionali. Secondo il Consorzio dei Centri per la Sclerosi Multipla (CMSC) ed il relativo studio “Complementary and Alternative Medicine: Controversial and unconventional therapies”, l’impatto della cannabis medica sulle capacità cognitive è notevolmente inferiore rispetto all’uso dei farmaci convenzionali per la SM.

Possibili effetti terapeutici dei cannabinoidi

  • Antispastico
  • Neuroprotettivo
  • Analgesico
  • Rilassante muscolare

Note e Studi Consultabili

Health Authorities Data Collection of THC:CBD Oromucosal Spray (L’Agenzia Italiana del Farmaco Web Registry)

Cannabinoids For Treating Neurogenic Lower Urinary Tract Dysfunction In Patients With Multiple Sclerosis: A Systematic Review And Meta-analysis

Neurological Aspects Of Medical Use Of Cannabidiol

Efficacy and safety of cannabinoid oromucosal spray for multiple sclerosis spasticity.

THC:CBD in Daily Practice: Available Data from UK, Germany and Spain.

The effect of cannabinoids on the stretch reflex in multiple sclerosis spasticity.