Azioni farmacologiche e indicazioni terapeutiche del Delta-9-Tetraidrocannabinolo

Il THC è la principale molecola responsabile delle proprietà farmacologiche e psicoattive della cannabis

L’interesse per la cannabis e per le sue proprietà terapeutiche hanno inizio a partire degli anni ’70 e coincidono con la scoperta del Delta-9 Tetraidrocannabinolo o THC (isolato da Raphael Mechoulam, Yechiel Gaoni e Habib Edery dell’Istituto Weizmann, Israele, nel 1964) e dei recettori specifici per i cannabinoidi all’interno del nostro organismo (sistema endocannabinoide; recettori cannabinoidi CB-1 e CB-2 - Devane 1988).

Azione farmacologica del THC: analgesico, antiossidante, antinfiammatorio, antiemetico, miorilassante, antiprurito, broncodilatatore, euforizzante.

Principali indicazioni terapeutiche del THC: spasticità secondaria associata a Sclerosi Multipla e ad altre gravi malattie neurologiche, dolore oncologico, dolore cronico di origine neurologica, Sindrome di Gilles de la Tourette, nausea e vomito da chemioterapia, anoressia da AIDS, fibromialgia, dolore post-operatorio, emicrania, emicrania a grappolo.