Assunzione Cannabis, differenze tra uomo e donna

17 ottobre 2016

Modalità di assunzione ed effetti riconducibili alla Cannabis: differenze tra uomo e donna.

Secondo un recente studio condotto dal Dipartimento di Psicologia di Washington, dall'Università e dal Centro Studi sulla Cannabis e le Politiche Sociali di Seattle, le modalità d'impiego e gli effetti provocati dalla cannabis nel nostro organismo sono differenti in base al sesso dell'individuo. 

Lo scopo primario dello studio è stato documentare e descrivere le eventuali differenze riconducibili al sesso in merito alle tecniche di assunzione e agli effetti, a breve e a lungo termine, dei preparati a base di cannabis. Analizzando un campione di 2.374 consumatori di cannabis frequentanti i vari dispensari statali (di cui 1.418 per scopo medico) sono state evidenziate alcune differenze significative tra consumatori maschili e femminili.

E' stato documentato che tra i consumatori di cannabis a scopo medico, la percentuale di donne è maggiore rispetto agli uomini (64.1% - 54.3%), mentre sono più gli uomini che utilizzano la sostanza a scopo ricreativo (73.4% - 65.5%). In media, sono gli uomini ad assumere quantitativi maggiori di cannabis e con maggiore frequenza rispetto alle donne. I risultati sulle modalità di impiego hanno evidenziato inoltre che gli uomini sono maggiormente predisposti all'utilizzo di "sigarette", vaporizzatori, ed estratti; mentre le donne preferiscono i metodi di assunzione orale come tinture, capsule o alimenti.

Per ogni individuo partecipante all'indagine, sono stati documentati ed analizzati una serie di effetti a livello cognitivo, sociale, psicologico e fisiologico, riconducibili all'impiego di cannabis. I risultati hanno evidenziato differenze statisticamente significative trai due sessi: gli uomini sono più propensi a segnalare uno stato di percezione alterata del tempo, aumento dell'appetito, euforia e miglioramento della memoria; per le donne si segnalano invece attenuazione del senso di fame e aumento del desidero di pulire. Anche analizzando i sintomi riconducibili all'astinenza da cannabis nell'uomo e nella donna, sono stati ottenuti risultati significati dal punto di vista statistico: le donne riferiscono principalmente stati d'ansia e nausea, mentre gli uomini denunciano maggiormente stati di insonnia o interruzione del sonno.

Il seguente studio può essere d'aiuto alla classe medica per informare nuovi pazienti e/o consumatori abituali circa i possibili effetti riconducibili all'assunzione di farmaci e preparati a base di cannabis, con particolare riferimento al sesso dell'individuo.

Informazioni tratte da Cannabis and Cannabinoid Research Volume 1.1 2016